Enrico Cheli e Nitamo Montecucco
I CREATIVI CULTURALI
Persone nuove e nuove idee per un mondo nuovo.

Una panoramica delle ricerche internazionali.
Con la partecipazione di Ervin Laszlo e Paul H. Ray.
Xenia Edizioni
pp. 160
€ 10

in libreria dal 14 ottobre 2009

ORDINA

Pace, ambiente, qualità della vita, crescita personale e spirituale interessano sempre più persone, ma quante esattamente? Quante sono preoccupate per il mutamento climatico, l’inquinamento, i conflitti, l’ingiustizia sociale e auspicano un'economia più etica, un modello di sviluppo ecosostenibile, uno stile di vita più sano e naturale, un cambiamento evolutivo dell’individuo e del Pianeta?
L’opinione finora prevalente era che si trattasse di gruppuscoli minoritari, ma recenti ricerche sociologiche svolte in Italia, America, Francia, Giappone, che questo libro presenta in anteprima mondiale con un linguaggio comprensibile a tutti, rivelano sorprendentemente che tra il 60% e l’85% della popolazione è sensibile ai suddetti valori e oltre il 35% lo è in modo particolarmente coerente: sono i Creativi Culturali, cioè i “creatori attivi di una nuova cultura”.
Essi prendono le distanze da materialismo, consumismo, ostentazione della posizione sociale, cultura del business e dei media e danno invece molto peso ad etica, autenticità, rispetto per gli altri e per la natura. Prediligono il consumo critico e sono interessati a medicine alternative e terapie olistiche, alimenti biologici, cosmetici e farmaci naturali, psicoterapia e counseling, corsi e seminari di crescita personale, nuove forme di spiritualità. I creativi culturali sono dunque l’avanguardia di un possibile cambiamento epocale e questo libro ne illustra dimensioni, protagonisti, caratteristiche e prospettive.

GLI AUTORI

Enrico Cheli

Nitamo Montecucco è medico psicosomatista, ricercatore in neuroscienze e studioso delle culture emergenti. Collabora con le Università di Milano e di Siena. È Presidente del Club di Budapest Italia e Direttore del Villaggio Globale di Bagni di Lucca. Ha vissuto vari anni in India e negli USA. È Direttore della rivista Cyber e autore o coautore di numerosi articoli sulla stampa italiana ed estera e di vari libri tra i quali: Politica e Zen (Feltrinelli); Cyber la Visione Olistica (Mediterranee);
Psicosomatica olistica (Mediterranee).

Ervin Laszlo, filosofo della scienza di fama mondiale, ha insegnato in prestigiose università americane. È fondatore e presidente del Club di Budapest. È stato candidato al premio Nobel per la pace ed è autore di oltre 50 libri, tradotti in molte lingue.

Paul H. Ray, sociologo e docente universtario, è il “pioniere” delle ricerche sui creativi culturali. Ha insegnato alla University of Michigan e attualmente alla Wisdom University di San Francisco. È stato capo delle politiche di ricerca sul risparmio energetico e l’energia solare per il governo canadese.

SOMMARIO

Introduzione

Cap. I – Oltre la modernità. Cambiare i valori per cambiare il mondo

Cap. II – La ricerca americana sui Creativi Culturali

Cap. III – I creativi culturali in Italia

Cap. IV – Indagini a confronto

Cap. V – Worldshift. Ricercare un salto quantico nella cultura globale

Cap. VI – Il paradigma olistico. L’anima comune tra le differenti visioni della cultura emergente

Cap. VII – La massa critica per il cambiamento globale

Cap. VIII – Conclusioni