Crescità Personale e Spirituale

Quali che siano le motivazioni che spingono verso la conoscenza interiore e la realizzazione di sé, è della massima importanza che ogni persona sappia che questo percorso è possibile e che esistono oggi metodi e tecniche largamente sperimentate che possono aiutare chi lo desideri a superare i propri limiti, a sciogliere le proprie paure, a riscoprire in sé la vitalità e la sensibilità naturali, a esprimere con spontaneità i propri sentimenti e a individuare la propria strada nella vita.
L'aspirazione a conoscere e realizzare se stessi non è di per sé affatto nuova: ciò che è assolutamente nuovo è che tale aspirazione sia avvertita da un così gran numero di persone e che i percorsi per raggiungere tale meta siano oggi disponibili a tutti (o quasi), per di più in gran varietà.
In ogni civiltà e in ogni tempo vi sono stati alcuni rari individui che hanno aspirato ad andare oltre la mera sopravvivenza e l'ovvietà, mettendosi alla ricerca di risposte alle fatidiche domande: "Chi sono? Da dove vengo? Dove vado?". Si trattava però di una esigua minoranza, così come pochissimi e difficilmente accessibili erano i percorsi a ciò finalizzati, tutti altamente esoterici e coperti dal più fitto segreto: i riti orfici, l'iniziazione ai misteri di Delfi e di Eleusi, la scuola pitagorica, la scuola iniziatica egizia, l'alchimia, la cabala, le molteplici scuole yogiche dell'India (hatha, raja, bakti, kundalini, krya etc.), i monasteri tibetani, i percorsi sciamanici dei nativi americani e via dicendo.
Fino ad un recente passato dunque, solo pochissimi avevano l'effettiva possibilità di conoscere ciò che veramente erano, al di là di quello che la famiglia, la cultura, la società volevano fargli credere di essere. Oggi invece, in un clima di maggiore libertà e minore ignoranza, questa conoscenza è accessibile a molti, grazie anche all'opera di diffusione iniziata da alcuni coraggiosi pionieri - da G. I. Gurdjieff a Paramahansa Yogananda, da J. Krishnamurti a Osho - e proseguita poi da una moltitudine di Maestri e istruttori tuttora impegnati a tradurre e diffondere in una forma adeguata alle esigenze e ai linguaggi dell'uomo di oggi, molti dei concetti e dei metodi sapienziali un tempo riservati a pochi, così che non sia più indispensabile recarsi in India o in Egitto o altri luoghi remoti per conoscere e realizzare se stessi. Grazie a questo processo di diffusione, ciò che era esoterico (cioè "per pochi") diviene essoterico (per molti) e l'occulto (vale a dire "nascosto") esce alla luce del sole.
Oltre agli antichi percorsi iniziatici e mistici, sono oggi disponibili anche metodi di nuova concezione, originatisi principalmente nell'ambito della psicologia del profondo e della psicoterapia, ma con non trascurabili contributi anche da parte di altri ambiti, da quello delle scienze socioantropologiche a quello delle medicine e terapie naturali. I contributi pionieristici per la conoscenza e la guarigione della psiche elaborati da Freud, Jung, Assagioli, Reich, Perls, Maslow, Pierrakos, Berne, Ellis, Rogers, Erickson - solo per citarne alcuni - hanno donato all'umanità una nuova prospettiva su se stessa, sui propri bisogni reali e illusori e sui fattori che sono alla base del proprio pensare, sentire, agire; bisogni e fattori che non appartengono solo alla sfera della razionalità - come una certa scienza di stampo positivista ci ha indotti a credere - o all'intervento divino - come invece affermano le religioni - ma dipendono in larga misura da forze inconsce che, a nostra insaputa, governano gran parte dei nostri processi interiori e esteriori. Grazie a tali contributi stiamo gradualmente riabilitando e comprendendo dimensioni essenziali dell'esistenza umana come quelle delle emozioni, dei simboli, delle intuizioni, delle pulsioni istintuali, delle motivazioni esistenziali e spirituali, permettendo agli individui di conoscersi più a fondo e di acquisire una maggiore interezza.

(dal libro di E. Cheli, Percorsi di consapevolezza, Xenia edizioni)